I miei preferiti

I segnalibri vengono salvati mediante cookie: la loro eliminazione dal browser comporterà l'eliminazione delle preferenze.

Bilancio della conferenza dell'oid

06/01/2020

Come adattare il settore immobiliare a un mondo a + 2° o a + 4° C?

Bilancio della conferenza dell'oid

L’OID (Osservatorio dell’immobiliare sostenibile) ha affrontato questo tema nell’ambito della 11a conferenza del ciclo Immobiliare & Prospettive, svoltasi presso la sede di La Française in collaborazione con il Progetto Edilizia Sostenibile e la città di Parigi.

La conferenza è stata introdotta da Laurent Jacquier-Laforge, Global head of Sustainable Investing – La Française, e animata da Gérard Degli Esposti, Direttore ISR Immobilier e Presidente dell’OID.

L’evento si è aperto con l’intervento di Catherine Larrère, Filosofo e professore emerito – Università di Parigi-La Sorbona, che ha affrontato questo tema complesso dal punto di vista dell’etica ambientale, citando un estratto di “Lo spirito delle leggi” di Montesquieu (1689-1755).

Questa prospettiva ci permette di considerare sotto una nuova luce il rapporto fra uomo e natura. Catherine Larrère ci invita a riflettere. Oggi, il sistema Terra nel suo insieme subisce l’impatto delle società industriali, perché le opere degli uomini sopravvivono agli uomini (Henning Mankell). Il cambiamento climatico è in fondo il risultato non di ciò che abbiamo voluto, ma di ciò a cui non abbiamo pensato!

Il periodo durante il quale l’uomo ha modificato profondamente la natura (antropocene) avrà conseguenze avvertibili anche molto dopo l’estinzione del genere umano (ad es.: le scorie radioattive, il cambiamento climatico, l’erosione della biodiversità, ecc.).

Vivere sulla Terra in maniera diversa

Non basta sapere cosa fare ma bisogna sapere come fare e, in questo senso, la riflessione filosofica può esserci utile. Il nostro approccio è stato per lungo tempo quello della conquista, della dominazione, della disciplina della natura, in un atteggiamento di esercizio del potere, di sfruttamento, di distruzione… Ma bisogna davvero volgere completamente le spalle al passato? Come includere la natura nella moralità?

La nostra esistenza si trova sospesa fra tempi brevi (il tempo umano, dell’economia, della politica) e i tempi lunghi della natura.

La durata giusta è quella che corrisponde, contemporaneamente, a una durata umana e a una durata naturale; e la posizione giusta è di considerare l’uomo come parte integrante della natura, smettendo di parlare dell’uomo E della natura.

Non basta parlare della natura con rispetto, perché le opere umane si integrano nella natura e sopravvivono all’uomo. La domanda è: quale segno lasciamo?

L’etica della natura non è separata dall’etica degli uomini. Nel momento in cui, a causa dell’operato umano, esiste una vulnerabilità dell’Uomo di fronte alla natura, diventa necessario instaurare un rapporto più morale con la natura, sviluppando etiche ambientali del sé e dell’attenzione: per vivere sulla Terra in maniera diversa.

Questa introduzione filosofica è stata seguita da una tavola rotonda cui hanno partecipato Jérôme Duvernoy, (ONERC), Jérôme Gatier, (Piano Edilizia Sostenibile) e Stéphanie Chevallier, (Nexity).

Il bilancio delle prospettive climatiche tracciato da Jérôme Duvernoy - +1,5°C in Francia dal 1900, 50% delle foreste francesi soggette a un elevato rischio di incendio nel 2050, una siccità nel 2050 con un debito d’acqua stimato a 3 miliardi di m3 - è stato seguito dalla presentazione di un progetto innovativo di intervento urbano sostenibile e da testimonianze di best practice.

Maggiormente rivolta verso la modellizzazione climatica e le soluzioni di adattamento, la seconda parte della conferenza ha consentito di misurare le evoluzioni del clima in passato, le tendenze future e la maniera in cui questi dati sono già applicabili alla costruzione edilizia.

Guardate il video della conferenza sul canale YouTube dell’OID.

La Française unisce la competenza de varie Società di Gestione presente nel mondo. Per ottenere le informazioni le più adeguate, il nostro sito presente la nostra offerta in funzione del vostro profilo et il vostro paese de residenza.
Identificazione
1
Paese
2
Lingua
3
Profilo
Il tuo Paese di residenza
La tua lingua
Il tuo tipo di profilo
<p class="new-disclaimer__legal-notice">Prima di consultare il sito, per la tua sicurezza e nel tuo interesse ti invitiamo a leggere attentamente le sezioni “<a href="it/informazioni-legali/" target="_blank">menzioni legali</a>” e “<a href="it/informazioni-normative/" target="_blank">informazioni normative</a>”, in cui vengono spiegate alcune restrizioni giuridiche e normative applicabili a tutti gli investitori privati o professionali secondo la normativa locale. Ho letto e accetto le modalità di utilizzo di questo sito dal momento che mi connetto come investitore non professionale o professionale. In conformità con la direttiva europea sui mercati degli strumenti finanziari (“MiFID”), ti invitiamo a precisare a quale categoria d'investitore appartieni:</p>
<p class="new-disclaimer__legal-notice">Prima di consultare il sito, per la tua sicurezza e nel tuo interesse ti invitiamo a leggere attentamente le sezioni “<a href="it/informazioni-legali/" target="_blank">menzioni legali</a>” e “<a href="it/informazioni-normative/" target="_blank">informazioni normative</a>”, in cui vengono spiegate alcune restrizioni giuridiche e normative applicabili a tutti gli investitori privati o professionali secondo la normativa locale. Ho letto e accetto le modalità di utilizzo di questo sito dal momento che mi connetto come investitore non professionale o professionale. In conformità con la direttiva europea sui mercati degli strumenti finanziari (“MiFID”), ti invitiamo a precisare a quale categoria d'investitore appartieni:</p>
Proseguendo la navigazione sul presente sito, l’utente accetta l’utilizzo di cookie e altri tracciatori che consentono di ottenere informazioni adatte al proprio profilo, facilitare la condivisione di informazioni sui social network, garantire la migliore navigazione possibile e realizzare statistiche. Per saperne di più invitiamo l’utente a consultare la nostra Politica sulla privacy e sui cookie. Per saperne di più.