I miei preferiti

I segnalibri vengono salvati mediante cookie: la loro eliminazione dal browser comporterà l'eliminazione delle preferenze.

Menu
Notizie 

La Fed fa una pausa, la BCE attende con pazienza

22/02/2019

In questo inizio d’anno, la Fed ha manifestato un ampio sostegno agli attivi rischiosi che, in grande maggioranza, hanno cancellato le perdite accumulate in novembre e dicembre. In effetti, nel suo discorso di inizio gennaio e in seguito durante l’ultimo FOMC, Jerome Powell si è mostrato chiaramente disponibile ad una riduzione meno aggressiva del bilancio della Fed, attualmente attestata su un ritmo di 50 miliardi di dollari al mese.

 Rispetto ai comitati precedenti, la Fed ha moderato i toni, a causa delle incertezze e nonostante un relativo miglioramento delle condizioni finanziarie osservabile a fine gennaio. Nel suo comunicato del 30 gennaio, il Comitato ha descritto l’attività economica statunitense come "solida" (e non più "forte"). Ha altresì sottolineato che sarà "paziente nel porre in essere i suoi futuri aggiustamenti monetari". Una pausa non prevista sull’indice d’inflazione seguito dalla Fed (Core PCE) ci fa propendere per una ripresa della stretta monetaria più tardi nell’anno.

I governatori della BCE hanno optato per una posizione di attesa, fino alla stima delle nuove previsioni economiche del marzo prossimo, in modo da poter meglio giudicare la persistenza delle incertezze economiche che pesano sull’attività dell’Eurozona, ormai orientata al ribasso.

In questo contesto, che dimostra come l’uscita dalla politica monetaria ultra-accomodante sia per le Banche Centrali un esercizio complesso, la ricerca di rendimento resta per gli investitori più che mai di attualità. Le scelte si orientano in particolare verso le classi di attivi emergenti, il credito High Yield, il debito finanziario subordinato e i debiti periferici a lunga scadenza.

Questa corsa verso i rendimenti è tuttavia temperata da numerosi rischi, fra cui spiccano il rallentamento macroeconomico e il rischio politico nell’Eurozona, nonché la pubblicazione il 17 febbraio delle raccomandazioni del Governo statunitense su un accordo commerciale di ampio respiro relativo ai settori dell’automobile e agricolo e un trattamento standardizzato degli investimenti in ingresso… Restiamo quindi in attesa di nuovi sviluppi.
 

Leggere Orientamenti E Strategie

La Française unisce la competenza de varie Società di Gestione presente nel mondo. Per ottenere le informazioni le più adeguate, il nostro sito presente la nostra offerta in funzione del vostro profilo et il vostro paese de residenza.
Identificazione
1
Paese
2
Lingua
3
Profilo
Il tuo Paese di residenza
La tua lingua
Il tuo tipo di profilo
<p class="new-disclaimer__legal-notice">Prima di consultare il sito, per la tua sicurezza e nel tuo interesse ti invitiamo a leggere attentamente le sezioni “<a href="it/informazioni-legali/" target="_blank">menzioni legali</a>” e “<a href="it/informazioni-normative/" target="_blank">informazioni normative</a>”, in cui vengono spiegate alcune restrizioni giuridiche e normative applicabili a tutti gli investitori privati o professionali secondo la normativa locale. Ho letto e accetto le modalità di utilizzo di questo sito dal momento che mi connetto come investitore non professionale o professionale. In conformità con la direttiva europea sui mercati degli strumenti finanziari (“MiFID”), ti invitiamo a precisare a quale categoria d'investitore appartieni:</p>
<p class="new-disclaimer__legal-notice">Prima di consultare il sito, per la tua sicurezza e nel tuo interesse ti invitiamo a leggere attentamente le sezioni “<a href="it/informazioni-legali/" target="_blank">menzioni legali</a>” e “<a href="it/informazioni-normative/" target="_blank">informazioni normative</a>”, in cui vengono spiegate alcune restrizioni giuridiche e normative applicabili a tutti gli investitori privati o professionali secondo la normativa locale. Ho letto e accetto le modalità di utilizzo di questo sito dal momento che mi connetto come investitore non professionale o professionale. In conformità con la direttiva europea sui mercati degli strumenti finanziari (“MiFID”), ti invitiamo a precisare a quale categoria d'investitore appartieni:</p>
Proseguendo la navigazione sul presente sito, l’utente accetta l’utilizzo di cookie e altri tracciatori che consentono di ottenere informazioni adatte al proprio profilo, facilitare la condivisione di informazioni sui social network, garantire la migliore navigazione possibile e realizzare statistiche. Per saperne di più invitiamo l’utente a consultare la nostra Politica sulla privacy e sui cookie. Per saperne di più.